Australia: come torneremo a viaggiare nel paese degli estremi

Giorgio Bartolomucci Estero, Reportage, Travel

Condividi

Dopo gli eventi che hanno stravolto il mondo del turismo, siamo ancora in attesa di poter tornare a vivere esperienze indimenticabili, soprattutto fuori dai nostri confini. Tourism Australia, l’agenzia governativa impegnata nella promozione del turismo, ha presentato per i viaggiatori interessati ai luoghi inesplorati e naturali i 5 trend previsti per il 2021.

The Grampians Peak Trail

Spazi aperti, aria fresca e natura: le destinazioni che vantano ampi spazi aperti infondono maggior fiducia nei viaggiatori che dopo aver trascorso così tanto tempo a casa stanno riscoprendo un nuovo interesse a propensione per l’immersione nella natura. Le possibilità per fruire dell’ampio ventaglio che l’Australia offre in fatto di paesaggi naturali sono diverse, come l’interno del The Grampians Peak Trail, il percorso Seven Peaks Walks a Pinetrees Lodge sull’isola di Lord Howe che richiede 6 notti e 5 giorni di percorrenza coprendo 45 km di sentieri e punti di arrampicata e il nuovo percorso tra natura e cultura Bondi to Manly nato per proteggere, promuovere e migliorare il suolo pubblico e l’ambiente naturale sulla battigia del porto di Sydney. 

Sostenere la destinazione facendo grandi acquisti negli agroalimentari locali e supportando le azioni di ripristino delle zone colpite dagli incendi, piantando nuovi alberi per ristabilire gli habitat dei koala nelle zone colpite. L’Australia ha vinto recentemente il premio “Community Restoration” agli annuali Best In Travel Awards per tutte le azioni di recupero a livello sia locale che nazionale per ricostruire le comunità e preservare la fauna selvatica dell’Australia dopo gli incendi boschivi estivi 2019/20.  Per supportare le comunità colpite dagli incendi boschivi è possibile guidare lungo la Sapphire Coast per esplorare l’Oyster Trail e fermarsi per osservare le balene dalla cittadina di Eden (South Coast, NSW), oppure partire per un weekend alle Blue Mountains per un tour intorno ai meleti di Hillbilly Cider.  

Anno dopo anno, sempre più viaggiatori cercano attivamente e scoprono esperienze di turismo aborigeno in tutto il paese, che permettono di entrare in contatto e conoscere meglio il popolo delle prime nazioni australiane. Caldi, accoglienti ed estremamente generosi di spirito, gli aborigeni offrono un’incredibile opportunità per entrare in contatto con i luoghi e le culture australiane in un modo unico nel suo genere. Secondo l’International Visitor Survey, solo nel 2019, circa 1,35 milioni di visitatori internazionali hanno preso parte a un’esperienza aborigena durante le loro vacanze. Diverse sono le esperienze aborigene che i visitatori possono vivere in Australia come ricongiungersi con la cultura e la natura aborigena tramite massaggi, yoga e meditazione con Jarramali Rock Art Tours, partire per un’avventura selvaggia in fuoristrada e scoprire la cultura vivente più antica del mondo con il tour SEIT’s Patji tour. Fra le alternative spicca anche la possibilità di entrare a far parte di una piccola comunità familiare con un’esperienza tutta al femminile con Women’s Tour With Lirrwi tourism, e scoprire la più grande collezione al mondo di arte aborigena australiana e delle isole dello Stretto di Torres National Gallery of Australia (Canberra, ACT) 

The Royal Botanic Garden

L’Australia è sempre stata rinomata per la sua offerta enogastronomica di alta qualità, proprio per questo le nuove esperienze in agriturismo sono sempre più apprezzate, poiché regalano ai visitatori l’opportunità di sperimentare un lato completamente nuovo della fiorente scena culinaria australiana. A Melbourne ha aperto un sistema edilizio di natura completamente sostenibile chiamato Future food system. Ideato da l’eco-innovatore Joost Bakker ha lo scopo di reinventare le abitazioni come degli ecosistemi che forniscano protezione, energia e nutrimento ai suoi abitanti. Come altre esperienze gourmet è possibile degustare unici e freschi frutti di mare con la suggestiva esperienza in barca di Pennicott Wilderness Journeys, e addirittura prenotare una Aboriginal Bush Food Experience, situata nel cuore di Sydney presso il The Royal Botanic Garden, raccogliendo il cibo stagionale nella boscaglia e assaporandone il suo gusto unico. 

Le destinazioni e le esperienze di relax, che si tratti di un’escursione di più giorni all-inclusive o di un soggiorno immerso nella natura, saranno sempre più popolari. Oasi indiscusse del benessere in Australia sono sicuramente il Gwinganna Lifestyle Retreat, struttura immersa nel paradiso naturale del Queensland, che offre un’esperienza di ecoturismo certificato, e il nuovo regno del lusso – EOS – Newly six stars hotel ad Adelaide, South Australia.

Sei alla ricerca di novità sul mondo del turismo e del benessere? Abbonati alla rivista Area Wellness cliccando qui.

Last modified: Febbraio 26, 2021

Lascia un commento