Borgo Scopeto, da location cinematografica a Relais di gran lusso

Condividi

Incastonato tra le rigogliose colline del Chianti, nel piccolo comune di Castelnuovo Berardenga, si trova il Borgo Scopeto Relais, il centro della storia che vogliamo raccontare in questo articolo. Inizia nel 2010 la struttura catturò l’attenzione del regista Gary Winick, il quale, rapito dalla genuinità e dall’unicità del Borgo, decise immediatamente di renderlo la location del suo film “Letters to Juliet”, con Amanda Seyfried, Vanessa Redgrave e Franco Nero, una commedia capace di valorizzare la bellezza del luogo, i cui primi documenti che ne parlano risalgono al 1079.

Borgo Scopeto Relais _ Sala

Nel Quattrocento l’insediamento venne donato alla nobile famiglia senese dei Sozzini, che vi fondò una fiorente azienda agricola dedita principalmente alla coltivazione della vite e dell’olivo, mai abbandonata. La prima bottiglia ufficiale di Chianti Classico di Borgo Scopeto fu prodotta nel 1990. Nel 1997 fu una donna, Elisabetta Gnudi, a innamorarsi della tenuta e ad acquistare questo gioiello trasformandolo in una dimora di puro lusso, ristrutturandolo con sapienza e attenzione, utilizzando pregiati materiali selezionati: pietra, cotto, marmo, travertino, legno delle travi a vista. Le sue 58 camere combinano i caratteri inconfondibilmente storici della tenuta a tutti i comfort della modernità e dell’innovazione. Ogni stanza si differenzia dall’altra, alcune hanno un ingresso indipendente, altre donano all’ospite una splendida vista su uliveti e vigneti, ma tutte conservano gelosamente i caratteri originali del suo periodo storico, i quali si fondono con il paesaggio naturale e incontaminato che si estende intorno per chilometri. Un morbido abbraccio che racchiude tutte le tonalità del verde e che comprende i 482 ettari di proprietà della famiglia, di cui 400 ettari di bosco, 6.500 piante di ulivo e settanta ettari di vigneto (con una produzione di circa 350.000 bottiglie l’anno).

La nuova cantina di vinificazione e invecchiamento, situata a qualche chilometro dal Borgo Scopeto Relais, permette di razionalizzare tutto il processo produttivo e mantenerlo staccato dall’attività alberghiera. La Tenuta è infine impreziosita da un incantevole Roccolo, il giardino settecentesco un tempo dedicato alla nobile arte della falconeria e ornato da querce nane secolari e piante rare. Distante dieci chilometri da Siena, dall’immenso parco del Borgo si scorge la torre del Mangia ed il campanile del Duomo, visibili perfino dal dehors del ristorante del Borgo Scopeto Relais, La Tinaia, guidato dallo Chef Pietro Fortunati, toscano DOC sempre attento a rispettare la lunga tradizione enogastronomica della regione, unendola sempre ad un pizzico di innovazione ma nel pieno rispetto dell’irrinunciabile qualità di queste terre. Qui, la ricetta perfetta per un vero e completo benessere parte proprio dal cibo e dal vino, principali ingredienti sia a tavola che nella SPA, situata proprio nelle antiche scuderie della tenuta, ristrutturate ad hoc. I profumi e le differenti temperature di sauna, bagno turco e idromassaggio e la cromoterapia delle docce favoriscono l’eliminazione dello stress accumulato e la ricarica di energia positiva. L’azione detossinante e tonificante del calore della sauna e del vapore di un hammam, il rilassamento totale dei muscoli nell’idromassaggio e la restituzione di Sali minerali e liquidi con la vasta scelta di tisane a disposizione nella sala relax rigenerano interamente corpo e mente. La scenografia è incantevole: lo sguardo si perde nei colori della campagna toscana.

Borgo Scopeto Relais _ Outdoor ©Francesco Mion

Il Borgo Scopeto Relais cura con sapienza anche la propria linea di prodotti cosmetici, utilizzando componenti naturali e a km 0, come uva e olive, i veri tesori di questa località. Così, anche nel centro benessere dell’hotel si è accompagnati dai frutti pregiati di queste terre, pensati come elisir di bellezza, ricchi di sostanze funzionali di origine vegetale, ideati nel pieno rispetto dell’ambiente. Questi prodotti mantengono inalterato l’equilibrio della pelle e la sua delicata struttura. La linea cosmetica uva e cipresso è caratterizzata da un concentrato di polifenoli attivi per contrastare lo stress ossidativo, proteggere, idratare ed ossigenare i tessuti. L’uva, infatti, è famosa per le sue proprietà antiossidanti, energizzanti e riequilibranti, adatta anche a combattere cellulite e vene varicose. Il cipresso, invece, tra le sue numerose proprietà, aiuta a contrastare il gonfiore delle gambe e le infiammazioni, ha proprietà balsamiche, diuretiche, antisettiche e astringenti. La linea olivo e salvia racchiude in sé le proprietà dell’olio di oliva, nutriente, lenitivo, antiossidante, connettivo e antiradicalico, utile anche per le pelli più sensibili, e della salvia, famosa per le sue qualità purificanti, stimolanti, antibatteriche e seboregolatrici. Il percorso sensoriale Viaggio diVino, a esempio, è il connubio ideale di benessere gustativo e olfattivo: un trattamento che comprende l’assaggio dei vini dell’azienda propria della famiglia e i cosmetici a base di uva, proveniente direttamente dai vitigni adiacenti alla struttura, proprio come il rituale Oro di Toscana, che utilizza olio di ulivo rigorosamente a chilometro zero. Lo scrub zucchero e nettare d’uva restituisce alla pelle del corpo la sua naturale elasticità e morbidezza, esfoliandola ed eliminando le cellule morte. Per tutti coloro che amano tenersi in forma anche in vacanza e non rinunciano agli attrezzi e ai pesi, la tenuta ha allestito una palestra con vista sulla piscina esterna, per allenamenti di varia natura. La vista mozzafiato sull’incontaminata natura delle colline del Chianti è godibile perfino dalle due piscine scoperte, con solarium circostante. Disposte su differenti piani e distanti alcuni metri l’una dall’altra, entrambe si affacciano sulle sinuose curve delle verdi colline e sui vigneti e uliveti che si snodano dolcemente fino a giungere all’orizzonte, disperdendosi con i colori di questa atmosfera unica. L’invitante acqua cristallina e la graduale discesa del fondo delle piscine offrono in estate agli ospiti la possibilità di rinfrescarsi in pieno relax, e i lettini e le sdraio, con relativi ombrelloni, promettono pura serenità e riposo, all’ombra o sotto gli avvolgenti raggi di sole della Toscana.

Sorseggiare un calice di Chianti Classico di Borgo Scopeto Relais, nelle due tipologie di Annata e Riserva, apprezzato in Italia e nel mondo per la sua unicità, lasciando correre lo sguardo sulla meraviglia che avvolge questo luogo, è un vero toccasana per il palato e per gli occhi.

Sei alla ricerca di novità sul mondo del turismo e del benessere? Abbonati alla rivista Area Wellness cliccando qui.

Last modified: Gennaio 21, 2021

Lascia un commento