Una fuga nelle Maisons Pariente

Avatar Hotel & Spa

Condividi

Leslie e Kimberley Pariente

Leslie e Kimberley Pariente sono le creatrici e proprietarie di Maisons Pariente. Strategicamente inserite nelle località di villeggiatura più emblematiche di Francia, da Saint Tropez alla Provenza, le strutture sono perfettamente integrate nei territori di appartenenza per fughe private, nel lusso familiare e conviviale, che sembrano ideali in questo contesto nuovo a cui ci stiamo avvicinando.

Il distanziamento sociale è uno sforzo collettivo che abbiamo fatto e stiamo facendo tutti per proteggerci l’un l’altro. È inaudito, un brutto film di fantascienza.” La riapertura delle strutture sono previste a breve, il 25 giugno per Lou Pinet e il 2 luglio a Crillon Le Brave, per riprendere un discorso che si è bruscamente interrotto con l’inizio della pandemia. “Questo periodo di confino ci ha fatto capire quanto avessimo bisogno l’uno dell’altro. Molti di noi hanno approfittato di questo confino per prendersi finalmente il tempo di riflettere, di prendersi cura di noi stessi, rimettendosi d’impegno nello sport attraverso corsi online, cucinando o anche attività con i più piccoli. Questo è un riconoscimento dell’assurdità delle nostre priorità passate. In futuro, dovremmo godere della nostra nuova libertà e prendere il tempo di vivere e trarre vantaggio dalle persone che amiamo ogni giorno, nel rispetto del nostro pianeta.

Come state impostando questa nuova stagione estiva per i vostri ospiti? “Finché non abbiamo vinto la guerra contro il virus, dobbiamo essere estremamente vigili e applicare i gesti barriera e le misure sanitarie imposte dalle autorità. Questa crisi ci ha dimostrato quanto siamo vulnerabili, dobbiamo proteggere noi stessi e gli altri. Ognuno deve comportarsi come un buon cittadino del mondo. Nelle nostre strutture tutto il personale arriverà formato per rendere operativi i metodi necessari per garantire la sicurezza del cliente. Ai nostri terapisti verrà fornita una mascherina alla reception del centro benessere ma anche durante il trattamento.Il gel idroalcolico sarà messo a disposizione di clienti e personale in tutte le aree comuni e dovrà essere applicato prima e dopo ogni trattamento. Le cabine saranno completamente pulite nelle pause di ogni trattamento, così come tutti gli utensili o prodotti utilizzati durante il trattamento.

Come vi hanno aiutato i vostri partner nella progettazione di nuovi protocolli? “Il servizio ai nostri ospiti si mantiene pensato su misura, per far loro trascorrere un momento indimenticabile nelle nostre Maisons. Le vacanze sono un’opportunità per prendersi cura di se stessi, per fare del bene. Inoltre, a Lou Pinet inseriremo le lezioni di Tata Harper’s Face Gym Glow, durante le quali esperti addestrati nelle tecniche esclusive di Tata Harper condivideranno il loro know-how attraverso sessioni di allenamento di automassaggio personalizzate. Il linguaggio del corpo caratteristico delle SPA Tata Harper consente di lavorare in profondità i muscoli facciali per sciogliere le tensioni, ripristinare i volumi originali e ridisegnare le linee con un effetto ringiovanente visibile. Alcuni parlano addirittura di un lifting naturale per descrivere l’efficacia corroborante antietà del massaggio. Prima di raggiungerci potrete trovare un tutorial che spiega i diversi passaggi per prendersi cura della propria pelle.

Sei alla ricerca di novità sul mondo del turismo e del benessere? Abbonati alla rivista Area Wellness cliccando qui.

Last modified: Giugno 3, 2020

Lascia un commento