Un fieno di benessere

fieno_romantik

Condividi

Oltre 100 anni fa i contadini altoatesini, di ritorno dal lavoro nei campi, avevano l’abitudine di riposare sul fieno per un piacevole senso di benessere che alleviava i dolori e allontanava la stanchezza. Oggi i bagni di fieno sono un rituale di benessere di cui i Romantik Hotels & Restaurants si fanno portatori, selezionando piante officinali che puntano a lenire le infiammazioni, i reumatismi, migliorare la circolazione e regalare un rigenerante senso di rilassamento. Il fieno altoatesino trae linfa da almeno 70 tipologie di erbe diverse che nascono tra gli alpeggi delle Dolomiti a quote che superano i 1800 metri. Specialista di questi bagni dagli effetti super rilassanti e portentosi per quanti hanno problemi di reumatismi è il Romantik Hotel Turm di Fiè allo Sciliar (BZ), che da 3 generazioni ha affinato la composizione di profumi e miscele, per donare agli ospiti un’esperienza rara. Il bagno di fieno si può provare nell’acqua di una tinozza di legno oppure a secco, su un avvolgente letto ad acqua dove si viene sommersi dal fieno caldo.

L’antico sapere delle erbe dell’Alta Pusteria e i trattamenti all’acqua Kneipp sono il mantra del centro wellness del Romantik Hotel Santer di Dobbiaco (BZ), nel cuore delle Dolomiti, vicino alle Tre Cime di Lavaredo. Qui il bagno di fieno è un rituale curativo arricchito dalle caratteristiche rilassanti della vasca softpack, dove immergersi e godersi i 40 gradi di calore e di essenze benefiche. Il trattamento che dura 25 minuti favorisce infatti la sudorazione e consente alla pelle di assorbire i principi attivi delle erbe officinali.  Nella vasca di legno si può sperimentare un’altra immersione piacevole e aromatica: è il Bagno Dolomitico balsamico che ricorda odori e sensazioni di una passeggiata nel bosco di montagna ed è ideale per favorire le vie respiratorie oppure per rinfrescarsi dopo un’escursione.

Il Cavallinospa Detox Program è la proposta purificante del Romantik Hotel Post Cavallino Bianco di Nova Levante (BZ), ispirata dalle proprietà del fieno che cresce tra le bellissime vette dolomitiche della Val d’Ega, il leggendario Latemar e il Catinaccio, vicino al Lago di Carezza. Affacciati sulla splendida vista panoramica ed immersi in un parco naturale di 45mila mq, si comincia con una tazza di tisana per liberarsi dalle acidità e poi proseguire con l’aiuto delle terapiste con un bagno o un impacco al fieno. Per aumentare l’efficacia del trattamento, si prepara la pelle con il peeling alpino con estratti di fieno e si conclude con un massaggio linfodrenante.

Cristalli di sale rosa arricchiscono le essenze del fieno raccolto a 1500 metri di altitudine tra le vette dolomitiche che si possono ammirare da Vipiteno (BZ). Nella località dello yogurt e della natura, il Romantik Hotel Stafler e il suo centro benessere Romantica propongono il peeling al fieno Alpicare, che grazie all’azione dei cristalli di sale purissimi deterge la pelle in profondità, rendendola luminosa e rigenerata. Il trattamento dura 25 minuti e costa 35 euro. L’impacco tradizionale al fieno sudtirolese sfrutta invece il potere della varietà delle erbe e dei fiori raccolti ad alta quota, donando effetti stimolanti alla circolazione e rilassando il tessuto cutaneo e i muscoli, oltre ad alleviare i dolori alle articolazioni.

Last modified: novembre 6, 2018

Lascia un commento